Cascina Kyrie

Benché non si conosca la data esatta di edificazione, le testimonianze scritte dimostrano che la Cascina Kyrie era già esistente nel XVI secolo.

Anticamente la proprietà era del nobile patrizio Fabrizio Cappelli, probabilmente di origini spagnole. Con il suo testamento datato 18 giugno 1639, l'uomo dichiarò eredi della tenuta i padri Gesuiti del Collegio di Brera di Milano, cui lasciò l'obbligo di celebrare, in suffragio della propria anima, due messe quotidiane.

Successivamente, quindi, i padri gesuiti si stabilirono presso la Cascina Kyrie dove ricostruirono la chiesa già esistente, dedicandola al fondatore del loro ordine, Sant'Ignazio di Loyola.

Negli anni si susseguirono una serie di illustri proprietari tra cui il duca Gian Galeazzo di Serbelone, la marchesa Busca, la marchesa Maura Ponti Dal Pozzo di Milano e il Commendator Modesto Crespi.

la cascina rappresenta ancora oggi il un efficiente centro di produzione risicola, ganglio nevralgico di un’azienda di oltre 300 ha coltivati con la massima professionalità e una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale

La Cascina Kyrie